FAQ Droni 2016 e date 2016

Pubblicato il Pubblicato in News, Scuola di Volo

Scuola di volo droni

Droni: Con il Regolamento aggiornato lo scorso dicembre era necessario fare un po’ di chiarezza, speriamo vi sia di aiuto!

1. A quale normativa ci si riferisce parlando di “droni”?

In Italia, i “droni” sono disciplinati dal regolamento vigente “mezzi Aerei a Pilotaggio Remoto (APR) ed. n°2 del 16 Luglio 2015”. Essendo un regolamento nazionale emanato da ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile) la sua validità permane su tutto il territorio italiano ma non in quello estero.

2. Partendo da zero, che cosa mi consigliate per poter iniziare nel mondo dei SAPR?

Essendo la normativa articolata per casistiche diverse, il nostro consiglio è di frequentare comunque il corso teorico per comprendere meglio quale sarà l’utilizzo del drone che hai intenzione di pilotare. Il passo successivo è ottenere un certificato medico rilasciato da un Esaminatore Aeromedico secondo gli standard relativi alla licenza LAPL, oppure ottenere un certificato medico di II classe, e solo successivamente, in base alla classificazione e all’impiego del SAPR che intenderai utilizzare, proseguire con il corso pratico.

3. E’ necessaria la visita medica prima di iniziare il corso teorico? C’è un’età minima?

No. La visita medica non è necessaria e non è prevista un’età minima.

4. Il certificato di conoscenza teorica che viene rilasciato al superamento del corso, ha valenza anche all’estero?

No. Il corso teorico si basa sulla normativa nazionale ENAC quindi il certificato non è riconosciuto al di fuori dei confini nazionali.[/spoiler]

5. Dopo il conseguimento della parte teorica e della parte pratica posso volare anche all’estero?

No. L’attestato o la licenza di pilota APR è riconosciuta solo entro i confini Nazionali. Per volare all’estero devi informarti sulla normativa vigente presso l’Autorità Aeronautica Civile del Paese nel quale desideri operare.

6. Ci sono dei requisiti minimi per poter pilotare un SAPR?

Si, un SAPR può essere pilotato da qualunque persona che abbia una età minima di 18 anni ed una idoneità psicofisica adeguata; ma solamente dopo aver ottenuto un riconoscimento di competenza che dimostra di possedere le conoscenze aeronautiche basiche (e la capacità di condurre un APR).

7. Sono in possesso di una licenza di volo. Devo comunque fare il corso teorico?

Il possesso di una licenza di pilota civile o di un attestato di volo sportivo (VDS) dà luogo a dei crediti da concordare con ENAC valutando il singolo caso.

8. Esistono delle conseguenze volando senza certificazione?

Si. Volare senza certificazione significa non rispettare la normativa ENAC vigente, di conseguenza si rischiano sanzioni pecuniarie, penali e provvedimenti per l’inosservanza del regolamento.

9. I SAPR come sono classificati dalla normativa?

ENAC classifica i SAPR in base alla massa operativa al decollo: minore di 25 kg oppure uguale o maggiore di 25 kg (e non superiore a 150 kg). Indipendentemente dalla massa al decollo, il loro impiego viene successivamente suddiviso in operazioni specializzate oppure in attività di ricerca e sviluppo. Le operazioni specializzate sono distinte in operazioni critiche e operazioni non critiche.

10. Sono possessore di un SAPR che pesa meno di 2 Kg. Devo frequentare il corso teorico? e quello pratico?

Si. Per i droni con peso inferiore ai 2 Kg è previsto il conseguimento da parte del proprietario dell’attestato di pilota SAPR che richiede il superamento sia del corso teorico che di quello pratico.

11. Ho letto che ci sono delle “agevolazioni” per il mio drone che pesa 300g. E’ vero?

Si. Per gli APR con massa al decollo minore o uguale a 0,3 kg non è richiesto il possesso di un Attestato di pilota APR. Devi comunque garantire che le operazioni siano svolte in osservanza delle regole previste nel regolamento ENAC.

12. Per poter operare con il mio drone che cosa devo conseguire? Licenza o Attestato? qual’è la differenza?

Necessiti della “Licenza di pilota APR” qualora operi in condizioni nelle quali non rimani in contatto visivo diretto e costante con l’APR oppure quando utilizzi APR che hanno una massa al decollo maggiore o uguale ai 25 Kg; invece necessiti dell”Attestato di pilota APR” per la conduzione di APR con una massa operativa al decollo minore di 25 Kg in condizioni per le quali il continuo e diretto contatto visivo è obbligatorio. La licenza è rilasciata da ENAC a differenza dell’attestato che è rilasciato da un centro di Addestramento Approvato.

13. Vorrei diventare un professionista di questo settore ed utilizzare il mio drone per lavoro. Che cosa devo fare?

Ai fini lavorativi, sono necessari il riconoscimento da parte di ENAC del tuo SAPR, il possesso dell’attestato di pilota APR e della qualifica al pilotaggio del tuo drone, la manualistica operativa e quella tecnica. Dopo la verifica positiva da parte dell’ENAC sarai inserito nell’elenco degli operatori riconosciuti.

14. Dopo essermi adeguato alla normativa da ENAC, sono sempre obbligato ad attendere una autorizzazione per poter operare professionalmente con il mio drone?

Dipende. Per gli APR con massa inferiore ai 25 kg che vengono utilizzati in condizioni non critiche è necessaria una autocertificazione mentre per gli APR con massa uguale o superiore ai 25 kg, oppure per l’utilizzo in condizioni critiche, è prevista che ci sia la certificazione del mezzo e la relativa autorizzazione all’operatore.

15. E’ vero che è necessaria un’assicurazione per lavorare con il drone?

Si, assolutamente. Per l’impiego di un APR è necessaria la copertura assicurativa a protezione di possibili danni provocati.

I nostri corsi
La durata del corso è di 4 giorni per un totale di 33 ore di teoria, le date disponibili sono:

Sede dei corsi per droni di Ronchi dei Legionari (Go)

    • 16 – 19 giugno 2016 (termine iscrizioni 14 giugno)

La partecipazione è limitata a 20 persone per ogni gruppo; il costo del corso è di € 100,00 a persona al giorno (durata 4 giorni).

Per iscriversi è necessario inviare una mail a flightschool@rpasexperts.eu

RICHIESTE: a school@elifriulia.it

Articoli correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *